DIVENTA SOSTENITRICE DEL GOMITOLO ROSA

Sono piuttosto emozionata, lo confesso. Ho avuto svariate collaborazioni e continuerò ad averne, ma quando si tratta di una cosa così importante non posso fare a meno di sentirmi felice e, lo ammetto, anche orgogliosa. Perché qui si tratta di dare voce, nel mio piccolo, a qualcosa di veramente grande, da più punti di vista, ma soprattutto dal lato umano, quello dei sentimenti, che fa muovere gli ingranaggi di questo percorso. Sto parlando del Gomitolo Rosa, associazione no profit che unisce attraverso un filo ideale il mondo della lana e il mondo della salute, per aiutare i malati nel momento in cui sono emotivamente e fisicamente più fragili. banner giusto Continua a leggere

Annunci

IL SOCIAL NETWORK DELLA SOLIDARIETA’

Questa mattina ho ricevuto una mail da Sara, una carissima amica che si occupa di cooperazione internazionale, essendo lei la vicepresidente della ONG Africa ’70. Lei sempre in giro per il mondo a mandare avanti i suoi progetti, pur essendo moglie e mamma di due splendidi bambini. Una donna che ammiro, intelligente e pratica, che decise appena laureata di mettersi al servizio delle popolazioni più sfortunate. Con lei sono stata nei campi profughi Saharawi ed ho imparato davvero molto. Di lei ammiro la determinazione e la dedizione con cui, in tempi difficili come questo per le Organizzazioni non governative, riesce a trovare la forza e le risorse per non mollare mai. Per questo ho deciso di parlarvene, perché di lei mi fido e so bene che anche una goccia nel mare può cambiare la vita di tante persone.

Mi ha detto che proprio ieri, dopo aver parlato al telefono con il responsabile del social network, ha deciso di inserire uno dei progetti che sta seguendo per cercare donazioni in un modo del tutto nuovo: facendo acquisti consapevoli.

letsdonation02

Continua a leggere

I GESTI CHE VALGONO

Una piccola cosa, una goccia nel mare che ritengo giusto condividere con voi.
Questo blog è una parte di me, un contenitore di creatività ma anche di emozioni che ogni giorno aggiungono un tassello alla mia vita, alla vita della mia famiglia. Perché questa sono io, così come mi vedete qui, senza finzioni e doppie facce, una donna semplice, una mamma orgogliosa, una moglie felice. La mia vita è fatta di tante cose, ma alla base stanno sempre quelle goccioline che alimentano per come possono un grande mare fatto di valori da trasmettere ai miei bambini, aiutando altri bambini.
Per questo oggi dedico questo spazio ad un piccolo grande riconoscimento appena ricevuto da Save the Children.

In realtà sono stati proprio i miei bambini a decidere di fare un versamento mensile, uno dei tanti che già avevamo sottoscritto negli anni e che vanno avanti nel tempo.
E come me sono tante le persone che hanno ricevuto oggi questo simbolico riconoscimento, ma spero che in futuro saranno sempre di più.
Non per fare pubblicità a questo ente, ma sono felice di dirvi che ho preso informazioni attraverso amici che lavorano nella cooperazione internazionale prima di decidere, quindi ho la certezza che gli aiuti arrivano davvero dove ci sono bambini che ne hanno realmente bisogno.
Ed ovviamente, primo fra tutti, resta il mio impegno nell’Associazione Valdafrica che nel suo piccolo sta facendo grandi cose.
Un abbraccio

QUANTA CATTIVERIA…

Come sapete, lo scorso venerdì con l’associazione Valdafrica, abbiamo organizzato un evento per raccogliere fondi da destinare ai nostri progetti avviati in Burkina Faso. Come ogni volta c’è stata una grande partecipazione ed è stata una bellissima serata.
A differenza degli eventi precedenti, questa volta abbiamo voluto spostarci in piazza, per coinvolgere il paese, proprio quello in cui io vivo, diviso da sempre da due fazioni politiche. Ma noi siamo apolitici e apartitici, facciamo soltanto del volontariato e ne siamo felici. portiamo avanti piccoli progetti ma concreti, volti a raggiungere l’autosostentamento delle comunità. E quando guardiamo questi volti sappiamo di fare la cosa giusta.

Ma esistono persone che non arrivano a capire il perché delle nostre scelte e pensano che non sia possibile fare del bene senza un secondo fine. Infatti, dopo che un ente locale ci ha dedicato un bel servizio sulla serata, sono arrivati dei commenti anonimi…

Facile la ” solidarietà da lontano ” ma al cittadino locale che non arriva al 15 del mese chi ci pensa ??? Ma non capite che il Burkina Faso è in casa perché l’avete creato voi con politiche predatorie e antidemocratiche ???

per correttezza …le cifre : quanto e’ stato speso, quanto e’ stato incassato,a chi va il ricavato se e’ possibile sapere chi ha pagato e chi no ( c’e’ sempre il personaggio di “riguardo ” che non paga anche se si tratta di eventi per solidarieta’ ) … e poi per correttezza all’ Africa non si organizza una cena ….loro, mentre voi siete a mangiare, muoiono di fame!!

E intanto il sindaco si fa pubblicità alle spalle degli altri…. non perde mai l’occasione per stare zitta…. meditate

Firmati “Scheggia” “bellerrotto” e via così…

Potete immaginare come ci siamo sentiti? Io non potevo restarmene zitta di fronte a tanta malignità, quindi ho risposto:

Volete nome cognome e tutto il resto? Bene. Io sono Elena Terenzi e sono cittadina di Castelfranco di sopra, oltre ad essere la segretaria dell’associazione Valdafrica. Volete sapere chi ha pagato? Tutti i presenti, dal primo all’ultimo, compreso il sindaco Rita Papi e compresi noi volontari che non ci siamo seduti a tavola ma abbiamo mangiato gli avanzi la sera a mezzanotte. Le cifre? La cifra esatta alla virgola la avremo fra qualche giorno, quando avremo finito di fare i conti con chi generosamente ha lavorato dietro le quinte per far funzionare tutto e dare da mangiare a circa 200 persone e ancora ha da riscuotere, comunque posso dire con orgoglio che i nostri progetti in Burkina Faso riceveranno da questo evento circa 1500 euro. E non li riceveranno come pensate voi a caso, non verranno dati in mano a chicchessia o spediti per lavarsi la coscienza. La nostra Adria dal 2006 utilizza le proprie ferie per andare in Burkina Faso anche due volte all’anno, non solo per portare i soldi, come pensate voi, ma per fare in modo che siano utilizzati al meglio nei progetti avviati e che le comunità locali raggiungano l’autosostentamento.
Voglio sperare che la vostra aggressività e la vostra pochezza d’animo non vi limiti al vostro orticello e vi faccia venir voglia di aprire gli occhi sul mondo, documentarvi e arrivare ad accettare il fatto che esistono persone comuni che fanno volontariato per il semplice fatto che lo ritiene giusto e mette il proprio tempo a disposizione di chi ha davvero bisogno di aiuto. E per quanto riguarda il Comune c’è solo da ringraziare. Questo evento è stato pensato da pochi giovani cittadini di Castelfranco senza fini politici, con l’idea utopistica di mettere insieme intorno ad un tavolo tante persone che per una sera fossero disposte a mettere da parte astio e orgoglio e si unissero per una giusta causa. Quando è stato chiesto il permesso al Comune sono stati felici di fare del loro meglio per aiutarci ad organizzare il tutto, senza alcuna spesa, proprio perché nessun cittadino avesse niente da recriminare. Ma forse certe cose le sapete e non le volete ammettere, forse fate parte di quella cerchia di persone che la Domenica va alla messa per lavarsi la coscienza e non ci pensa nemmeno ad aiutare il prossimo, o peggio, sputa sentenze su chi lo fa, credendo che non sia possibile agire senza secondi fini.
Se quella sera vi foste degnati di partecipare, abbattendo queste stupide barriere politiche, vi sareste resi conto del clima che si respirava, dei sorrisi sinceri e della buona volontà di tutti. Ma voi non vi mischiate con gente come noi, aspettate solo di infangare il nome del paese in cui vivete, per motivi che io non capirò mai.
Pace in terra agli uomini di buona volontà.

Poi ci sono state risposte su risposte, ma non vi voglio tediare. Mi domando solo perchè ci sia in giro tanta cattiveria.
Comunque, se volete leggere il resto lo trovate qui.

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate…


FOTOGRAFANDO SHEKESPEARE

Buongiorno e grazie per i tanti bellissimi commenti che mi avete lasciato al post precedente.
Vedere il proprio volto su una rivista straletta dalle donne è emozionante, ma ricevere tanta ammirazione da voi è ancora più bello e vi ringrazio di cuore.
In particolare devo ringraziare Annuk che mi ha dedicato un post in inglese sul suo blog!

Allora, come è stato il vostro fine settimana? Piovoso? Il mio decisamente sì…
fortuna che venerdì sera abbiamo trascorso una bellissima serata in teatro. Serata totalmente devoluta al sostegno di Valdafrica grazie alla Compagnia Artimede e al Teatro Wanda Capodaglio del mio paese.
Emozionata per aver dovuto fare il discorso di ringraziamento sul palco in qualità di segretaria dell’Associazione, mi sono anche divertita a fare il mio primo vero servizio fotografico di scena…bellissima esperienza e bravissimi attori.
Vi lascio qui un piccolo assaggio de “La tempesta” di Shekespeare…

Se vi va di vedere il mio lavoro fotografico lo trovate QUI in una prima parte. Nei giorni a seguire vi mostrerò altre scene ed altri personaggi.

Buona settimana.

GRANDE SUCCESSO DELLE PIGOTTE PER L’UNICEF

Buongiorno di nuovo dal MONDO CREATIVO e bentornate qui per seguire l’ultimo giorno dell’evento.
Anche oggi ho tante cose in serbo per voi, ma voglio iniziare dalla solidarietà.
Tempo fa avevo parlato dell’ASTA BENEFICA ART PIGOTTE e oggi voglio raccontarvi come sono andate le cose….direi benissimo. Infatti ieri è stata battuta l’asta ed è stata un vero successo!

 Le dodici pigotte realizzate da artisti artigiani italiani emergenti, sono state contese da molte persone, così grazie alla generosità di molti saranno acquistati kit di vaccini, cure e alimenti per il primo anno di età dei bambini bisognosi, a rafforzare il progetto Unicef “Vogliamo Zero” contro la mortalità infantile.
E’ stato davvero un bel momento questo connubio fra creatività e solidarietà, che certamente sarà riproposto in una prossima edizione e speriamo in molte altre in futuro, sulle quali certamente vi terrò informate!
Adesso vado a fare altri scatti per voi….a presto!

SACCA PER BAMBINA E SOLIDARIETA’

Fra cinque ore dovrò svegliarmi e ancora non sono andata a dormire…sono una pazza? Forse un po’ sì! Partirò all’alba per un’uscita fotografica nel Padule di Fucecchio, un’oasi protetta qui in Toscana dove arrivano uccelli migratori e l’atmosfera è magica per scattare fotografie naturalistiche…con la speranza che non piova troppo!
Ma oggi ho realizzato una sacca per una bambina, di quelle per l’asilo dove si mette il cambio dei vestiti.
La trovo divertente e la voglio condividere con voi, prendendo l’occasione per parlarvi anche di una iniziativa molto importante che si terrà al Mondo Creativo…

Ho unito le due cose perchè entrambe parlano di bambini…

perchè vorrei che un sorriso come questo lo avessero tutti, in tutto il mondo…

e pensando a questo ho messo fiori e colori nel realizzare questa richiesta….

E la solidarietà? Eccola, in questa iniziativa  che trovate su ABC Blog…andate a leggere, è davvero una cosa molto bella che mi rende ancor più orgogliosa di far parte dello staff di ABC Blog nei giorni della fiera 22-23-24 Marzo 2013…vi aspetto!

E con l’occasione vi ricordo che potete contattarmi per partecipare ai miei laboratori creativi!
Buon fine settimana!