IL TAVOLO ROTONDO

Ricordate che vi avevo perlato della mia voglia di cambiare il tavolo della cucina? Ecco, ci sono riuscita, ho restaurato un tavolo che mia suocera non utilizzava più. Era un tavolo acquistato quando lei e mio suocero si sono sposati più di 40 anni fa, di quelli che allora erano di moda, di pregio, insomma anche costoso. Di quelli che poi diventano “pesanti” e vengono sostituiti da linee più snelle, moderne, meno elaborate, e vanno a finire in soffitta. Peccato che non c’erano più le sedie imbottite, perché mi sarebbe piaciuto restaurarle dando un tocco di colore, ma andiamo in ordine.

tavolo tondo

A prima vista forse vi piacerà più il “prima” e devo dire che non mi dispiaceva, ma era scomodo e prendeva del posto che adesso si può sfruttare. Certo c’è molto da lavorarci, prima di tutto sulle sedie, come vi dicevo. Quelle bianche sono rimaste le stesse, mentre quella grigia, aggiunta causa forza maggiore, fa parte della cucina che abbiamo al piano di sotto. Ho intenzione di cercare nei mercatini dell’usato delle sedie tutte diverse da restaurare, da colorare in tinte pastello. Poi abbiamo intenzione di cambiare la portafinestra che va nel giardino, perchè ha veramente bisogno di essere sostituita, quindi con l’occasione la faremo bianca. Ma il mio cruccio più grande è il pavimento (che in foto è ancora più brutto che nella realtà), non è orribile, è abbastanza chiaro, ma vorrei sostituirlo con il legno. Ho già visto ciò che mi piace e devo dire che fino ad oggi mi ha frenato il fatto di dover fare il lavoro. Si tratta di uno spazio aperto che va fino alla sala, piuttosto grande, quindi sarebbe abbastanza impegnativo… ma prima o poi lo faremo.

collage tavolo2

Come avrete notato, ho dipinto anche i reggimensola che erano di ferro nero. Ho passato due mani di smalto da ferro ed hanno cambiato aspetto. Ho tolto le cornici dalla parete che secondo me la appesantivano e, sull’altro lato ho tolto l’arazzo acquistato in Messico (che ho messo al piano di sotto) ed ho appeso un lavoro fatto da me, di cui poi vi parlerò (restate sintonizzati!).

tavolo2

Devo dire che il tavolo tondo è comodo e se lo allarghiamo (si apre e sotto c’è una giunta) ci stiamo comodi in otto persone. Ho cartavetrato  le parti sporgenti, come fossero consumate dal tempo e non pretendo di definirlo shabby, perché non sono un’esperta ma so che non basta dare una mano di bianco per definire così un mobile. Infine ho passato una mano di cera neutra che dona un effetto liscio e lo rende impermeabile.

collage tavolo4

Poi ci sono cose alle quali sono affezionata, cimeli d’infanzia che ho bisogno di tenere a vista e che resteranno sulle mensole. Oppure l’orologio (lo so in quella parete è troppo piccolo) che abbiamo acquistato io e mio marito circa 20 anni fa ed ha fatto tutta questa strada con noi. Magari gli troverò una collocazione diversa e lo sostituiremo con qualcosa di migliore, ma cosa posso farci se mi affeziono agli oggetti che mi raccontano una storia? Sono una sentimentale.

Insomma c’è ancora molto da fare per rendere questo angolino perfetto per le cene in famiglia ed oggi non era certo il giorno migliore per fotografarlo, con cielo grigio e luce pari a zero, ma volevo mostrarvelo anche se non è perfetto.

E voi che dite? Avete suggerimenti e consigli? Allora fatevi avanti che sono tutta orecchie!

Annunci

12 pensieri su “IL TAVOLO ROTONDO

  1. mi piace la soluzione del tavolo rotondo e intanto che trovi le sedie che vuoi puoi dare un tocco di colore con cuscini tipo mostracci….
    Il pavimento in legno è sicuramente elegante, ma anche le piastrelle non sono male…..

  2. Il tavolo tondo è un mio sogno! Prima o poi avrò la casa che sogno da una vita e in cucina ci sarà solo un tavolo tondo! 🙂 Mi piace il tuo tavolo shabby e hai fatto bene a recuperare un tavolo fatto come si deve. E poi è un bel ricordo
    Io in cucina ho un bel cotto e ci starebbe bene con il tuo tavolo
    Ciao Isabel

  3. Il tavolo è venuto benissimo!Mi piace un sacco!!! Francamente la mia impressione?
    – Il pavimento (tra l’altro uguale al mio, le mie piastrelle però sono 45×45) si abbina un po’ a tutto, quando è sporco si nota poco ed è facile da pulire. Però ammetto che il fascino del legno è un’altra cosa… magari un legno sbiancato, farebbe subito nord Europa!!! Vero?
    – Mensole e pannello (bellissimo: aspetto dettagli) perfetti!
    – L’orologino, bello e al cuor non si comanda, ma ti consiglierei di metterlo su un’altra parete… dove è adesso si perde un po’ (magari potresti metterlo sopra il pannello, spostando un pelino in giù quest’ultimo) .
    – Sedie: io pitturerei la sedia grigia con il bianco e le scatavetrerei tutte come il tavolo, poi aggiungerei dei cuscini diversi nei colori pastello… perchè diciamolo, così son comode ma con il cuscino è un’altro vivere!!!
    – Termisifone: è l’unico vero neo di tutta la foto. Se noti, nelle riviste di arredamento non ci sono quasi mai i termosifoni… : ) … peccato siano indispensabili, però! Qui non ti saprei consigliare, lo preferivo “incassettato” come prima!
    Scusa se mi sono dilungata, spero di non essere apparsa invadente, sono stata solo sincera!!! …E sappi comunque che in casa tua il tuo tocco personale è sempre la migliore scelta!!! Un abbraccio Eli

    • Grazie Eli, mi fa sempre piacere ricevere commenti come questo, attenti al dettaglio. Hai ragione, quel pavimento è davvero comodo ma… il legno… vabbè. Il termosifone lo so, è un neo e stavo pensando di fargli fare una copertura di legno, aperto sopra come prima con una griglia… piano piano. E le sedie sì, adesso sono messe lì per bisogno ma devo studiarci. Sulle tre bianche avevo dei cuscini che ho tolto per lavare ma potrei rivestirli con dei colori pastello… ci penso poi vi farò sapere. Grazie di cuore e buona giornata

  4. Sicuramente lo spazio recuperato è parecchio, attorno a questo tavolo ci stanno più persone, dovesse servire, in confronto al classico rettangolare, limitato oltretutto dalla panca…le piastrelle non sono male, anch’io le ho disposte in diagonale e sono simil-cotto; certo il legno è tutt’altra cosa, da un senso di calore….l’idea della griglia per il termosifone è carina, ma secondo me basta poco per mimetizzarlo, magari seguendo con listelli o pittura anche sulla parete bianca; è questione di gusti (e stile) ma a me da un senso di vuoto la parete così spoglia….
    buon proseguimento!!!!!
    MGrazia

  5. Ciao,complimenti per la casa,
    Bello il tavolo rotondo, sono d’accordo col l’idea di dipingere le sedie con colori pastello
    Io dipingerei anche la parete e il calorifero non lo coprirei ma lo valorizzerei proprio come elemento d’arredo dipingendolo con un bel colore acceso, sotto il tavolo una bella stuoia o un tappeto fatto a mano colorato,
    Per il resto…ci penseranno i tuoi figli a vivacizzare l’ambiente!
    Buona giornata
    Laura

    • Ah ah… hai ragione Laura, i figli vivacizzano molto l’ambiente! Avevo pensato alla stuoia sotto il tavolo ma ho paura che sia scomoda da pulire, perchè lì consumiamo i nostri pasti sempre… ma devo dire che l’idea mi piace…. uffa! Sono troppe le idee che mi piacciono!!! Grazie dei consigli che per me sono molto preziosi, vi aggiornerò sul mio work in progress.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...