QUANTA CATTIVERIA…

Come sapete, lo scorso venerdì con l’associazione Valdafrica, abbiamo organizzato un evento per raccogliere fondi da destinare ai nostri progetti avviati in Burkina Faso. Come ogni volta c’è stata una grande partecipazione ed è stata una bellissima serata.
A differenza degli eventi precedenti, questa volta abbiamo voluto spostarci in piazza, per coinvolgere il paese, proprio quello in cui io vivo, diviso da sempre da due fazioni politiche. Ma noi siamo apolitici e apartitici, facciamo soltanto del volontariato e ne siamo felici. portiamo avanti piccoli progetti ma concreti, volti a raggiungere l’autosostentamento delle comunità. E quando guardiamo questi volti sappiamo di fare la cosa giusta.

Ma esistono persone che non arrivano a capire il perché delle nostre scelte e pensano che non sia possibile fare del bene senza un secondo fine. Infatti, dopo che un ente locale ci ha dedicato un bel servizio sulla serata, sono arrivati dei commenti anonimi…

Facile la ” solidarietà da lontano ” ma al cittadino locale che non arriva al 15 del mese chi ci pensa ??? Ma non capite che il Burkina Faso è in casa perché l’avete creato voi con politiche predatorie e antidemocratiche ???

per correttezza …le cifre : quanto e’ stato speso, quanto e’ stato incassato,a chi va il ricavato se e’ possibile sapere chi ha pagato e chi no ( c’e’ sempre il personaggio di “riguardo ” che non paga anche se si tratta di eventi per solidarieta’ ) … e poi per correttezza all’ Africa non si organizza una cena ….loro, mentre voi siete a mangiare, muoiono di fame!!

E intanto il sindaco si fa pubblicità alle spalle degli altri…. non perde mai l’occasione per stare zitta…. meditate

Firmati “Scheggia” “bellerrotto” e via così…

Potete immaginare come ci siamo sentiti? Io non potevo restarmene zitta di fronte a tanta malignità, quindi ho risposto:

Volete nome cognome e tutto il resto? Bene. Io sono Elena Terenzi e sono cittadina di Castelfranco di sopra, oltre ad essere la segretaria dell’associazione Valdafrica. Volete sapere chi ha pagato? Tutti i presenti, dal primo all’ultimo, compreso il sindaco Rita Papi e compresi noi volontari che non ci siamo seduti a tavola ma abbiamo mangiato gli avanzi la sera a mezzanotte. Le cifre? La cifra esatta alla virgola la avremo fra qualche giorno, quando avremo finito di fare i conti con chi generosamente ha lavorato dietro le quinte per far funzionare tutto e dare da mangiare a circa 200 persone e ancora ha da riscuotere, comunque posso dire con orgoglio che i nostri progetti in Burkina Faso riceveranno da questo evento circa 1500 euro. E non li riceveranno come pensate voi a caso, non verranno dati in mano a chicchessia o spediti per lavarsi la coscienza. La nostra Adria dal 2006 utilizza le proprie ferie per andare in Burkina Faso anche due volte all’anno, non solo per portare i soldi, come pensate voi, ma per fare in modo che siano utilizzati al meglio nei progetti avviati e che le comunità locali raggiungano l’autosostentamento.
Voglio sperare che la vostra aggressività e la vostra pochezza d’animo non vi limiti al vostro orticello e vi faccia venir voglia di aprire gli occhi sul mondo, documentarvi e arrivare ad accettare il fatto che esistono persone comuni che fanno volontariato per il semplice fatto che lo ritiene giusto e mette il proprio tempo a disposizione di chi ha davvero bisogno di aiuto. E per quanto riguarda il Comune c’è solo da ringraziare. Questo evento è stato pensato da pochi giovani cittadini di Castelfranco senza fini politici, con l’idea utopistica di mettere insieme intorno ad un tavolo tante persone che per una sera fossero disposte a mettere da parte astio e orgoglio e si unissero per una giusta causa. Quando è stato chiesto il permesso al Comune sono stati felici di fare del loro meglio per aiutarci ad organizzare il tutto, senza alcuna spesa, proprio perché nessun cittadino avesse niente da recriminare. Ma forse certe cose le sapete e non le volete ammettere, forse fate parte di quella cerchia di persone che la Domenica va alla messa per lavarsi la coscienza e non ci pensa nemmeno ad aiutare il prossimo, o peggio, sputa sentenze su chi lo fa, credendo che non sia possibile agire senza secondi fini.
Se quella sera vi foste degnati di partecipare, abbattendo queste stupide barriere politiche, vi sareste resi conto del clima che si respirava, dei sorrisi sinceri e della buona volontà di tutti. Ma voi non vi mischiate con gente come noi, aspettate solo di infangare il nome del paese in cui vivete, per motivi che io non capirò mai.
Pace in terra agli uomini di buona volontà.

Poi ci sono state risposte su risposte, ma non vi voglio tediare. Mi domando solo perchè ci sia in giro tanta cattiveria.
Comunque, se volete leggere il resto lo trovate qui.

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensate…


Annunci

28 pensieri su “QUANTA CATTIVERIA…

  1. Carissima Elena, parlo per esperienza: qualsiasi iniziativa si prenda ci sarà sempre qualcuno che critica senza documentarsi prima…fa male, ma conviene concentrarsi sui risultati positivi senza crearsi troppe aspettative…purtroppo non tutte le persone sono sensibili ai problemi e alle sofferenze altrui..tu sei stata fin troppo brava ed educata a rispondere!! Un abbraccione!
    Carmen

  2. capita sempre, è inevitabile…ma ci si crede e si va avanti…e si risponde, esattamente come hai fatto tu! Complimenti al comune che saputo dell'iniziativa vi ha sostenuto, nella mia cittadina il comune (politicamente credo vicino al tuo) per qualsiasi tipo di iniziativa sia di solidarietà, sia culturale, ci fa pagare SALATO ogni spazio che chiediamo…la sensibilità non è cosa di tutti!
    un abbraccio

  3. chiunque fa volontariato sa cosa significa ed è felice di farlo….purtroppo ci sono persone che hanno la lingua solo per criticare o guardare in casa degli altri…..ne conosco parecchie ed ho imparato ad ignorarle, proprio perchè non meritano niente altro che l'indifferenza…..complimenti per quello che fai e in bocca al lupo!!!!

  4. Elena perche' tutti pensano al proprio orticello e in moltissimi vivono iniziative come queste sperando di trovarci il marcio.
    Inoltre siamo pure un pochino razzisti ed incapaci di spendere 1 euro a favore del volontariato.
    Io lavoro nel sociale e credimi che ,critiche feroci vengono fatte ogni giorno, ad associazioni no profit.
    Rimango basita ma felice che tu sia riuscita replicare così bene.

  5. Ho dato uno sguardo, ho capito che aria tira. Carissima Elena, se posso dare un consiglio a te e a chi organizza eventi a scopo benefico belli come questo, non perdete tempo a rispondere neanche lontanamente a tono a queste persone. Per due motivi.
    Il primo è che se veramente pensano che queste iniziative contribuiscano a creare crisi in Italia e a favorire la “Ka$ta” si tratta di povere menti attratte dal qualunquismo e dal populismo, incapaci di recepire un discorso articolato come il tuo.
    Il secondo è che si tratta di troll. Queste persone godono a stare davanti al pc a guardare tutte le risposte che vengono date ai loro sproloqui, gli si dà solo soddisfazione. Quindi,… don't feed the troll!
    Ancora complimenti per la buona volontà e ovviamente non ti scoraggiare di fronte alla pochezza d'animo di qualcuno.

  6. L'invidia è una brutta bestia Elena, e quando vedono delle persone fare del bene vogliono vederci il marcio per forza.
    Hai fatto bene a replicare, ora con un bel vaffa vai avanti per la tua/vostra strada, state facendo un lavoro stupendo!

  7. Carissima Elena, portate avanti la vostra missione , con amore , fatica e impegno perchè comunque ci sarà sempre qualcuno che remerà controcorrente , e lavorando da anni ormai nel sociale so benissimo che le critiche si sprecano .Hai fatto bene a replicare ma ad un certo punto ” vai avanti e non ti curar di loro ” . ti abbraccio stretta.

  8. E` vero che viviamo da tempo un periodo di difficolta` ma ogni pretesto e` buona per andare contro senza senso. Il sorriso luminoso e vero di questi bambini e` impagabile…nonostante la fame, la poverta`, le malattie sono limpidi nonostante tutto.
    Complimenti per tutto cio` che fate!

  9. Ciao Elena, purtroppo siamo circondati da persone cattive ed ignoranti. Siamo inoltre governati da razzisti e quindi non c'è da meravigliarsi. I vari Calderoli e Borghezio perdono sempre l'occasione per starsene zitti.
    Fortunatamente vivo in un paese dove da anni viene organizzata una festa multiculturale. Mi sento quindi di darti questo consiglio: resisti, resisti, resisti.
    Un abbraccio, Emanuela

  10. ciao
    che persone cattive e ignoranti.

    A proposito del Burkina Faso ho scoperto un'associazione anche in provincia di Brescia che aiuta i bambini di Burkina e fa costruire pozzi d'acqua.

  11. La pochezza di quelle persone si vede, oltre che dalle loro parole, anche dalla vigliaccheria nel non firmarsi nemmeno. E di solito i primi a criticare sono proprio coloro che non fanno niente. Non ti curar di loro, ma guarda e passa….
    Daniela

  12. Ciao Elena, mi spiace sentirti cosi` amareggiata, purtroppo chi non ha voglia di impegnarsi in nulla sa solo criticare. Comunque hai fatto bene a rispondere, tu almeno sei una persona seria e ci hai messo la faccia, lo stesso non si puo` dire di loro, che neanche si firmano con nome e cognome…

  13. elena mi dispiace, posso capire come ti senti..
    ma fregatene! continua per la tua strada e continua a fare del bene!!!!
    comunque hai fatto bene a scrivere questo post..chissà mai che queste persone possano capire.

  14. Fa male al cuore.
    Però mi spiace che tu abbia “individuato” in chi vi ha attaccato persone che frequentano la Chiesa; credo sia soltanto mancanza di buon cuore, magari appartenenza a qualche schieramento politico… Mi spiace che si siano accostate due cose tanto distanti come questi commenti e i principi religiosi.
    Continuate a fare quello che state facendo: voi e chi riceve tramite voi sa quanto sia importante!

  15. Grazie Gemma,
    ma vedi, più o meno sappiamo chi sono queste persone e purtroppo vanno davvero in chiesa ogni domenica,soltanto per passare da bravi cittadini, per poi fregarsene degli insegnamenti ricevuti.
    Solo per questo l'ho scritto, perchè ne sono certa.
    Io non giudico le persone dai luoghi che frequentano, anzi sarebbe per me la cosa più bella
    poter vedere gente di tutte le religioni e di tutte le razze volersi bene.
    Ma purtroppo non è così.
    Vedi, io non frequento la chiesa, eppure a questo evento avevamo invitato tutti, compreso il parroco,proprio perchè fosse chiaro il messaggio. E non dimentichiamoci che i due orfanotrofi in Burkina Faso
    sono gestiti da suore che fanno un lavoro egregio e sono splendide persone,come lo è Suor Simona che gestisce una casa famiglia qui vicino e che vado spesso a trovare ed aiutare.
    Come vedi non divido la gente in categorie, semplicemente non sopporto le ipocrisie.
    So che i miei pensieri sono utopistici,ma perchè non credere che un mondo migliore sia possibile?
    Un abbraccio
    Elena

  16. la cosa che mi sembra più calzante è la tua frase, che ci sono persone che non ritengono concepibile fare volontariato, o fare un favore, o aiutare qualcuno o fare semplicemente qualcosa senza secondi fini.
    il problema è loro, non vostro.
    anche se capisco perfettamente che dà fastidio e brucia ed è difficile sorridere e far finta di niente quando si viene attaccati semplicemente per aver dedicato tempo ed energie per un progetto ritenuto, molto semplicemente, giusto.
    comunque complimenti e un forte applauso, solo pr voi! 🙂

  17. Che tristezza dover leggere queste cose… Non lasciarti abbattere da quel che dice questa gente, state facendo qualcosa di grande. Basta vedere i sorrisi dei bambini nelle foto per capirlo!

  18. Purtroppo di là non mi permette più di postare un commento !!!! Allora fammi dire due cose qui Elena : io c'ero e ci sarò sempre, queste persone parlano ma non ti conoscono, non conoscono le bellissime persone che ho incontrato io, non vogliono e dico vogliono aiutare l'altro di qualsiasi colore di pelle, etnia, nazionalità sia solo perchè è una persona che ha bisogno in quel momento della sua vita di una mano… io non guardo se è italiana, della mia città o del mio colore di pelle… rifletto solo su cosa io posso fare per aiutarla… Quando verrò a vivere a Castelfranco mi piacerebbe incontrare questo scheggia e gli altri ad un bar, il bar che vogliono loro di destra o sinistra che sia, poter parlare in maniera civile su come possiamo insieme aiutare anche le persone che si trovano in difficoltà a Castel Franco. Per il resto io condivido ogni singola parola, pensiero che tu hai scritto …ma questo lo sai già !!! Un megabacio Mory P.S: l'importante poi è AIUTARE senza ma e senza se …

  19. I poveri di spirito ci sono sempre stati, si tratta di individui che amano criticare sempre il lavoro degli altri anche solo per invidia, non sanno come fare per passare il tempo ma …… non ti curar di loro ma guarda e passa

  20. incredibile Elena, avevo tutto nei giorni scorsi, per la seconda volta in pochi mesi ti sei trovata di fronte ad una cattiveria gratuita e inutile, anche se questa supera tutto. Ammiro quello che fate e condivido al 100%. Queste sono persone che non vedono al di la del loro naso, forse offesi dalla vita o non so bene da cosa. Guarda caso nessuno dei tre si è firmato, nessuno ha detto il suo nome, nessuno è venuto di persona a dirvi quello che pensa e nascondersi dietro un nik ed uno schermo è facile facile. Continua, continuate sulla vostra strada, il volto e gli occhi di questi bambini superano ogni cosa anche l'infinita piccolezza di queste persone….

  21. Elena cara,
    la cattiveria, ma soprattutto l'ignoranza di chi sa solo giudicare e blaterare stando seduto dietro ad un monitor piuttosto che rimboccarsi le maniche e fare qualcosa di concreto per gli altri, sono sempre esistite e sempre esisteranno.
    Non fatevi abbattere e non fatevi il sangue amaro, le vostre energie servono ad altro di molto più importante che rispondere a certe pochezze.
    Ti capisco, non è bello sentirsi dire dai propri concittadini certe cose, e lo so bene dato che da volontaria di Protezione Civile mi sono sentita dire, assieme ai miei colleghi, che percepisco una sorta di stipendio per il mio volontariato.
    Vedi, l'ignoranza arriva al punto da non conoscere nemmeno il significato della parola “Volontario”… e allora ignoriamoli questi trogloditi!
    Un abbraccio
    Jessica

  22. Ciao Elena,molto di quell'astio che ricevi e' solo malessere di questa gente.A Palermo non sai quanti anziani sono ridotti a raccattare la frutta e la verdura marce e molti concittadini hanno perso la fiducia nello Stato e nelle Associazioni.Vai per la tua strada,non ti lasciare scalfire e sii orgogliosa di te.Rispondi con tanta tolleranza e pazienza,vedrai che capiranno il tuo buon cuore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...